Spesso coi miei pazienti utilizzo questa metafora, ovvero dico loro che l’ansia è un segnale, proprio come la famosa spia della nostra automobile, che si accende per segnalarci che l’olio è finito. Allo stesso modo l’ansia arriva come un campanello d’allarme, per comunicarci qualcosa: occorre allora fermarsi e capire che cosa. Possiamo infatti limitarci a spegnere la spia, ma se non aggiungiamo l’olio, in breve tempo si riaccenderà. Possiamo addirittura ignorarla, e oltre a non prenderci cura della nostra auto (con conseguente danno), avremo sempre quella fastidiosa spia accesa sul cruscotto!

Attraverso un percorso psicologico è possibile capire quali sono i motivi dell’ansia e come prendersene cura. E’ aggiungendo l’olio che la spia non si riaccenderà.

Chiedi aiuto anche solo per un’iniziale consulenza, potremo lavorarci insieme.