In un percorso di psicoterapia i sogni sono molto utili e permettono di chiarire dinamiche intrapsichiche che la persona sta vivendo, le quali, alle volte, non sono così evidenti. Come si suol dire, i sogni sono una finestra sull’inconscio.
Nelle stories di Instagram abbiamo parlato dell’interpretazione dei sogni, chiarendo fin da subito che non c’è nulla di magico o di prodigioso in questo e che non esistono immagini mentali che hanno un significato arbitrario o prestabilito. Al contrario, quello che compare nei nostri sogni ha un significato prettamente soggettivo: per esempio, se sogniamo un gatto, questo avrà un significato del tutto personale e produrrà associazioni mentali uniche e differenti per ognuno di noi.
Abbiamo approfondito le diverse fasi dell’interpretazione del sogno e l’utilizzo che ne viene fatto in psicoterapia: la funzione dei sogni è sempre quella di portare alla consapevolezza una problematica conflittuale e di fornire informazioni utili alla sua risoluzione. In questo senso il sogno porta sempre un messaggio costruttivo.
Poi abbiamo posto l’attenzione anche sulle fasi che compongono il ciclo del sonno, evidenziando le interessanti differenze tra la fase REM (quella in cui si sogna maggiormente e compaiono i sogni “emotivi”) e non-REM.
.
Infine, abbiamo visto che esistono diverse “tipologie di sogno” e in che modo queste ci dicono del mondo interno della persona e poi come i sogni si modificano all’interno di un percorso di psicoterapia, diventando dunque degli indicatori importanti e veritieri sul livello di evoluzione di un percorso psicologico in essere.
.
Ritrovate tutti gli approfondimenti di cui parlo nelle storie in evidenza sul tema “Sogni e sonno” sulla mia pagina Instagram.
A proposito, non dimenticare di seguirmi!